Home - Scuole

Scuole

INCONTRI PER GLI INSEGNANTI
Presentazione della mostra L’OSSESSIONE NORDICA e delle attività riservate al mondo della scuola.

Martedì 25 febbraio – tutto esaurito
Mercoledì 5 marzo

Gli incontri si tengono alle ore 16.30, nella sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, a Rovigo, in piazza Vittorio Emanuele II n. 47.
Prenotazione obbligatoria: tel. 0425 460093; email: info@palazzoroverella.com


VISITE GUIDATE PER GLI INSEGNANTI
Visite guidate alla mostra L’OSSESSIONE NORDICA, finalizzate alla spiegazione dell’offerta didattica.

Martedì 1° aprile
Martedì 6 maggio
Martedì 3 giugno

Le visite partono alle ore 16.30 (ritrovo ore 16.15 al secondo piano, sala Guardaroba).
Costi: ingresso 6 euro + 4 euro visita guidata.
Prenotazione obbligatoria: tel. 0425 460093; email: info@palazzoroverella.com


LABORATORI DIDATTICI
Per le scuole d’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado.
Durata: 2 ore (visita guidata e laboratorio)
Costo laboratorio: 40 euro; gratuito per le scuole delle province di Padova e Rovigo
Biglietto di ingresso: 1 euro a studente e gratuito per 2 accompagnatori
Prenotazione obbligatoria: tel. 0425-460093

ATTENZIONE: sono esaurite le possibili prenotazioni per laboratori didattici in orario mattutino fino a fine mostra. Restano solamente queste disponibilità:
- 3 maggio alle ore 9.00, 9.15 e 10.30
- 26 maggio alle ore 10.15 e alle ore 10.30
Ci sono ancora posti disponibili in orario pomeridiano.


CARTOLINE DAL NORD
Per le scuole d’infanzia.
Percorrendo le sale della mostra come se fossimo i visitatori delle prime biennali di Venezia scopriremo artisti scozzesi, scandinavi, tedeschi che dipingono feste danzanti, montagne innevate specchi d’acqua, accoglienti ambienti domestici, villaggi immersi nella natura. Ricordiamoci di questo viaggio realizzando una cartolina con i particolari che più ci hanno colpito.

IL PAESAGGIO COME LUOGO DELL’ANIMA
Per le scuole primarie e secondarie di primo grado.
Attraverso l’analisi dei paesaggi nordici conosceremo la bellezza di terre lontane: distese innevate, laghi ghiacciati, fiordi selvaggi e spiagge deserte. Ma l’occhio riesce a vedere oltre le immagini dipinte? Questi paesaggi possono far vibrare le corde delle nostre emozioni? In laboratorio scopriamo insieme che cosa possono evocare o ispirare questi paesaggi.

LA POETICA DELLO SPAZIO
Per scuole secondarie.
La rappresentazione degli interni è da sempre legata alla tradizione della pittura nordica, nella quale l’ambiente domestico non appare più solo come uno sfondo alle scene di genere. Lo spazio interno ha un’anima e diventa il luogo prediletto della vita famigliare e degli incontri più intimi. Crea il tuo personale spazio di sentimenti partendo dai dipinti di ‘interni’ esposti.


VISITE GUIDATE A TEMA
Per le scuole secondarie.
Durata: 1 ora e 30 minuti
Costo visita guidata: 40 euro; gratuito per le scuole delle province di Padova e Rovigo
Biglietto di ingresso: 1 euro a studente e gratuito per 2 accompagnatori
Prenotazione obbligatoria: tel. 0425-460093

LA BIENNALE DI VENEZIA TRA OTTOCENTO E NOVECENTO
Da vetrina dell’arte storica e pompier all’influenza del Simbolismo e delle Secessioni di Monaco, Vienna, Darmstadt, fino alle conseguenze sui vari filoni dell’arte italiana: un percorso alla scoperta delle prime Biennali d’Arte della città di Venezia.

NOSTALGIA DELL’UNITÀ TRA UOMO E NATURA
Dai paesaggi mitologici e simbolici di Böcklin popolati da satiri, ninfe e centauri, alle figure femminili di Zorn e Peterssen immerse nella natura primordiale. Un percorso sull’analisi del rapporto uomo-natura in un ideale doppio binario tra i pittori nordici e gli artisti italiani che ne subirono le suggestioni.

IL RITRATTO COME SPECCHIO DELL’ANIMA
La crisi delle teorie del Positivismo, congiunta al dominio del materialismo, fa emergere un disorientamento dell’individuo che viene delineato dal filosofo Nietzsche e dalla teoria psicoanalitica di Freud. Tali inquietudini dell’uomo del Novecento si riflettono anche nel genere del ritratto che, da arte accademica per eccellenza, diventa riflesso delle preoccupazioni, dei dubbi e delle paure del XX secolo.